Scadenze e principali novità del modello 730/2022

compilazione modello 730 caf aperto il sabato ancora posto

TERMINI DI PRESENTAZIONE DEL MODELLO 730/2022
A partire dal 23 maggio, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione la dichiarazione precompilata (salvo proroghe), mentre la scadenza per la presentazione del modello 730/2022 rimane stabilita al 30 settembre.

COSA C’È DI NUOVO NEL 730/2022
Le principali novità contenute nel modello 730/2022 sono le seguenti

⦁ Riduzione della pressione fiscale del lavoratore dipendente:
dall’anno d’imposta 2021 l’importo annuale del trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione è aumentato a 1.200 euro.
I dipendenti con redditi da lavoro dipendente o assimilati da 8.174 a 28.000 euro, percepiranno il bonus di importo massino di 100,00 euro direttamente in busta paga. Il calcolo del bonus viene corretto in fase di dichiarazione dei redditi.

⦁ Credito d’imposta prima casa under 36:
è possibile la fruizione in dichiarazione del credito d’imposta maturato dagli under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro per l’acquisto della prima casa assoggettato ad IVA;

⦁ Superbonus:
dall’anno d’imposta 2021, per le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche sostenute congiuntamente agli interventi sismabonus e ecobonus, è possibile fruire dell’aliquota maggiorata del 110%.
Si rammenta che se si ha usufruito dello sconto in fattura non potrà essere richiesta la detrazione nel modello redditi;

⦁ Colonnine di ricarica:
per gli interventi di installazione delle colonnine di ricarica iniziati nel 2021 sono previsti dei nuovi limiti di spesa;

⦁ Recupero del patrimonio edilizio:
è possibile fruire della detrazione prevista per il recupero del patrimonio edilizio anche per le spese di sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione;

⦁ Bonus mobili:
è innalzato a 16.000 euro il limite massimo delle spese per cui è possibile fruire della relativa detrazione;

⦁ Spese veterinarie:
è stato innalzato a 550 euro il limite massimo delle spese veterinarie per cui è possibile fruire della relativa detrazione;

⦁ Spese per i conservatori:
è possibile fruire della detrazione del 19 per cento per le spese sostenute per l’iscrizione dei ragazzi ai conservatori, agli AFAM, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonché a cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica. Si può fruire della detrazione, fino ad un importo non superiore per ciascun ragazzo a 1.000 euro, solo se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro;

⦁ Comparto sicurezza:
è stato innalzato a 609,50 euro l’importo della detrazione spettante agli appartenenti al comparto sicurezza (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 ottobre 2021);

⦁ Depuratori:
è possibile fruire in dichiarazione del credito d’imposta per i depuratori acqua e riduzione consumo di contenitori in plastica;

⦁ Locazioni brevi:
dall’anno 2021 il regime delle locazioni brevi è applicabile solo ai contribuenti che destinano a locazione non più di 4 immobili


MODELLO 730/2022

AGGIORNAMENTI E INFORMAZIONI
__________________________________________

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE DEL MODELLO 730/2022

A partire dal 30 aprile, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione la dichiarazione precompilata (salvo proroghe), mentre la scadenza per la presentazione del modello 730/2022 rimane stabilita al 30 settembre.

NOVITA’  730/2022

Le principali novità contenute nel modello 730/2022 sono le seguenti:

  • Riduzione della pressione fiscale del lavoratore dipendente:
    dall’anno d’imposta 2022 l’importo annuale del trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione è aumentato a 1.200 euro.
    I dipendenti con redditi da lavoro dipendente o assimilati da 8.174 a 28.000 euro, percepiranno il bonus di importo massimo di 100,00 euro direttamente in busta paga. Il calcolo del bonus viene corretto in fase di dichiarazione dei redditi.
  • Credito d’imposta prima casa under 36:
    è possibile la fruizione in dichiarazione del credito d’imposta maturato dagli under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro per l’acquisto della prima casa assoggettato ad IVA;
  • Superbonus:
    dall’anno d’imposta 2022, per le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche sostenute congiuntamente agli interventi sisma bonus ed eco bonus, è possibile fruire dell’aliquota maggiorata del 110%.
    Si rammenta che se si ha usufruito dello sconto in fattura non potrà essere richiesta la detrazione nel modello redditi;
  • Colonnine di ricarica:
    per gli interventi di installazione delle colonnine di ricarica iniziati nel 2022 sono previsti dei nuovi limiti di spesa;
  • Recupero del patrimonio edilizio:
    è possibile fruire della detrazione prevista per il recupero del patrimonio edilizio anche per le spese di sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione;
  • Bonus mobili:
    è innalzato a 16.000 euro il limite massimo delle spese per cui è possibile fruire della relativa detrazione. Sarà ridotto a 5.000 euro euro per gli anni 2023 e 2024;
  • Spese veterinarie:
    è stato innalzato a 550 euro il limite massimo delle spese veterinarie per cui è possibile fruire della relativa detrazione;
  • Spese per i conservatori di musica:
    è possibile fruire della detrazione del 19 per cento per le spese sostenute per l’iscrizione dei ragazzi ai conservatori, agli AFAM, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonché a cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica. Si può fruire della detrazione, fino ad un importo non superiore per ciascun ragazzo a 1.000 euro, solo se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro;
  • Comparto sicurezza:
    Al personale delle Forze Armate e di Polizia in costanza di servizio nel 2021, che ha percepito nell’anno 2020 un reddito di lavoro dipendente complessivamente non superiore a 28.974 euro, è riconosciuta la riduzione dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali.
    L’importo è stato innalzato a 609,50 euro l’importo della detrazione spettante agli appartenenti al comparto sicurezza (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 ottobre 2022);
  • Credito d’imposta depuratori d’acqua, Bonus acqua potabile:
    è possibile fruire in dichiarazione del credito d’imposta per i depuratori acqua e riduzione consumo di contenitori in plastica.
    Dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022, spetta un credito d’imposta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare, per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.
    Fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 1.000 euro per ciascuna unità immobiliare. In materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, le informazioni sugli interventi effettuati sono trasmesse per via telematica all’ENEA..
  • Locazioni brevi:
    dall’anno 2022 il regime delle locazioni brevi è applicabile solo ai contribuenti che destinano a locazione non più di 4 immobili

INFORMAZIONI UTILI :

  • Assegno Unico Universale
    Nell’anno d’imposta 2022 per i figli di età inferiore ai 21 anni, non saranno più riconosciute le detrazioni per i familiari a carico in busta paga. La detrazione saranno sostituite dall’Assegno Unico Universale. Per il coniuge e i figli di età superiore ai 21 anni si potrà continuare ad usufruire della detrazione per carico di famiglia in busta paga.
    Nell’anno d’imposta 2022 anche gli ANF, Assegni per il Nucleo Familiare, saranno assorbiti dell’Assegno Unico. Ma sarà comunque possibile richiedere  gli anni arretrati degli assegni mai richiesti.
  • Familiari a carico:
    Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel corso dell’anno 2021 hanno posseduto un reddito complessivo (lordo) uguale o inferiore a 2.840,51 euro. Il limite è incrementato a 4.000 euro, in relazione ai soli figli di età non superiore a 24 anni.
  • Si ha l’obbligo di presentazione della dichiarazione con più redditi di lavoro, NASPI o cassa integrazione.
    Se durante l’anno ci sono stati più datori di lavoro, o si ha percepito reddito derivante da disoccupazione NASPI o cassa integrazione, si ha l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi
  • Ricevute “tracciabili” delle spese sostenute
    Per portare in detrazione le spese nel modello 730 occorre presentare la ricevute del pagamento tracciabile. Ad esempio presentare, ricevute bancomat, copia dell’assegno, ricevute dei pagamenti digitali.
    Non presentare le ricevute del pagamento tracciabile, se nella fattura o ricevuta è già specificato il metodo di pagamento.
    Per contante sarà possibile comunque pagare:
    farmaci, dispositivi medici e servizi medici prestati presso enti accreditati dal SSN.

 

INFORMAZIONI SU ALCUNE SPESE DETRAIBILI

 

  • Spese per Conservatori e scuole di musica
    Sono detraibili le spese sostenute per l’iscrizione dei ragazzi ai conservatori, agli AFAM, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonché a cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica.
  • Mezzi pubblici
    Sono detraibili gli abbonamenti dei mezzi pubblici, Bus/Treno.
    No i singoli biglietti di viaggio. Si ricorda di allegare il metodo di pagamento tracciabile.
  • Spese scolastiche
    Sono detraibili anche le spese delle gite scolastiche oltre la mensa e le spese di iscrizione.
  • Bonus verde
    Sono detraibili gli interventi di “sistemazione a verde” solo per i seguenti casi
    1- sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, recinzioni o pertinenze, realizzazione di pozzi e di impianti d’irrigazione;
    2- realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili;
    3- spese di manutenzione e di progettazione, solo se connesse all’esecuzione dei due tipi di interventi precedentemente citati.
  • Bonus acqua potabile
    Da non confondere col Bonus Idrico che esula dalla dichiarazione dei redditi
    Per razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica, è previsto un credito d’imposta del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di , filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare.
    Sistemi finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti.
    L’importo massimo delle spese su cui calcolare l’agevolazione è fissato a 1.000 euro per ciascun immobile, per le persone fisiche 5.000 euro per ogni immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali.
    Le informazioni sugli interventi andranno trasmesse in via telematica all’Enea.
  • Spese sanitarie, non ci sono limiti di spesa
    Non vi sono limiti o soglie per le spese sanitarie sostenute, non che la capienza del contribuente. Ma per tale caso specifico di incapienza irpef del contribuente, è comunque possibile richiedere una rateazione dell’importo a credito in 4 anni, al fine di recuperare tutto l’importo dovuto.
  • Le spese sanitarie sostenute per RSA
    Per i pazienti con gravi disabilità ospitati persso le RSA, le spese sanitarie sostenute dai familiari o per se stessi, possono essere portate in deduzione. Le spese possono essere portate in deduzione e non in detrazione, a fronte di un vantaggio fiscale. Il disabile deve essere in possesso di verbali con handicap grave e accompagnamento. E’ possibile fruire della deduzione anche per i familiari disabili, non fiscalmente a carico.

DOMANDE  FREQUENTI :

  • Ho dimenticato di presentare il modello 730/2021 per dichiarare la cassa integrazione ( o NASPI, o altri redditi). Cosa devo fare ?
    L’agenzia delle entrate permette di regolarizzare le dichiarazioni fino a 4 anni indietro, per tanto, al fine di evitare cartelle e  sanzioni per omessa dichiarazione dei redditi, consigliamo di presentare subito la dichiarazione tardiva in forma spontanea.
  • Ho percepito un reddito o più redditi di importo inferiore a 8.000,00 euro,
    sono sempre esentato dal presentare la dichiarazione ?
    No, i redditi percepiti devono essere sempre controllati.
    In caso di uno o più redditi percepiti, chiedere SEMPRE al nostro staff di effettuare dei controlli sul reddito. Basta fornirci codice fiscale e documento di identità del familiare per richiedere il nostro intervento
  • Mio figlio a carico ha percepito un piccolo reddito durante l’anno, non deve fare niente vero ?
    No,
    i redditi percepiti devono essere SEMPRE controllati.
    Basta fornirci codice fiscale e documento di identità del familiare per richiedere il nostro intervento.
  • E’ deceduto un mio parente, va presentata la dichiarazione dei redditi ?
    Si,
    la dichiarazione deve essere presentata. Potrà presentare la dichiarazione del de cuius uno degli eredi. Si potrà utilizzare il modello 730 per ottenere un eventuale rimborso in tempi più rapidi. Il rimborso sarà suddiviso dall’Agenzia delle Entrate a tutti gli eredi spettanti.

 


 

CAHATTA SUBITO

Contatto caf milano chat

Caf Milano Punto Amico Caf sito ufficiale caf 730 point it - Successione Milano - Denuncia eredità a Milano - CAF a Milano per pratiche dichiarazioni fiscali e successione ereditaria https://www.730point.it/   https://www.730point.it/pratiche-on-line-caf-patronato/  https://www.730point.it/caf-e-patronato-il-punto-amico-730-point/    https://www.730point.it/dichiarazione-di-successione-milano-elaborazione-pratica-eredita/  https://www.730point.it/caf-milano-patronato/  https://www.730point.it/  https://www.730point.it/caf-novita-modello-730-news/